Abbiamo provato il ricevitore AV Anthem MRX 710!

Ampli-tuner AV Anthem MRX710

Durante il test del prodotto dell’azienda canadese, il ricevitore AV MRX 710, siamo arrivati in una sala cinematografica ben arredata. Abbiamo già testato gli amplificatori Anthem (Anthem MRX 1120 e Anthem AVM60) quindi non conoscevamo il marchio.

Aspetto

Il ricevitore AV MRX 710 è un dispositivo pulito e dall’aspetto semplice con un pannello frontale in alluminio nero. Poiché ha anche un telecomando, non è stato necessario posizionare troppi pulsanti sul pannello frontale, poiché controlliamo comunque tutto con il telecomando. Pesa 14 kg. Sul lato sinistro sono presenti alcuni controlli per la navigazione, oltre a un coperchio apribile che nasconde un jack per le cuffie e un ingresso HDMI aggiuntivo.

Facciata MRX-710

Al centro del pannello frontale c’è un grande display a LED blu che può essere visto da lontano. Sotto il display, puoi scoprire alcuni pulsanti per regolare la luminosità del display, selezionare la modalità, regolare il livello, impostare la zona 2 e selezionare gli ingressi. L’amplificatore supporta 20 ingressi virtuali, possiamo passare da uno all’altro con il telecomando. Sulla destra c’è la manopola di controllo del volume alto e due interruttori di alimentazione. Dotato di 8 ingressi HDMI 1.4a, MRX 710 ha anche due uscite HDMI 1.4a sul pannello posteriore. Le connessioni HDMI supportano le funzioni 3D e ARC, possono anche ricevere segnali 4K.

Pannello posteriore di Anthem MRX

Sul retro è presente una presa digitale con codice colore. Con la connessione Ethernet, il controllo IP è diventato possibile, il sistema ARC -Anthem Room Correction può essere eseguito anche attraverso questo, gli aggiornamenti possono anche essere eseguiti tramite una connessione USB. Il pannello posteriore dell’amplificatore ha un’uscita preamplificatore a 7.1 canali e uscite surround posteriori che possono essere utilizzate come uscita stereo nella Zona 2 e per pilotare gli altoparlanti anteriori per una doppia amplificazione. Sono inoltre presenti ingressi analogici stereo, ingresso e uscita IR (infrarossi), uscita 12 Volt, connessione RS232 e connettore per antenna radio FM / AM.

Telecomando MRX-710

Il telecomando è facile da vedere, anche la disposizione dei pulsanti è ideale, la retroilluminazione è utile quando viene utilizzata in una stanza buia.

Vediamo questo ricevitore!

Il sistema di menu è molto chiaro, veloce e facile da regolare. Non cercare il supporto DTS Neo: X su questo modello, poiché mancano anche le uscite dei diffusori anteriori superiore, largo e alto. Ha un ricevitore radio FM / AM, ma non una funzione radio Internet. Non possiamo nemmeno collegare dispositivi USB esterni all’amplificatore, ma questi non sono difetti così gravi. Per le radio, i requisiti più importanti sono avere un sistema di regolazione chiaro e un suono eccezionale. I suoi circuiti e il sistema di elaborazione del segnale sono eccellenti.

Ha un’unità di elaborazione del segnale digitale -DSP- che consente all’ARC, sistema di correzione della stanza di applicare più filtri e quindi l’impostazione del programma è più veloce e più facile.

Tieni presente, tuttavia, che i sistemi di correzione ambientale possono migliorare solo in condizioni acustiche perfette. Questo perché i programmi di equalizzazione misurano la pressione sonora e apportano correzioni sulla base di essa. Tuttavia, se ci sono guasti acustici e problemi di eco nella stanza data, non possono essere corretti dal sistema di correzione della stanza, al contrario! Poiché tratta anche i problemi di riverbero o riflessioni come un problema di pressione sonora, riduce la pressione sonora invece di correggere errori reali, peggiorando ulteriormente il suono.

Sebbene i programmi DCR più avanzati calibrino già la fase e la trasmissione degli impulsi, il che migliora la chiarezza e la dinamica dei suoni, non sono sufficienti di per sé. Questo è il motivo per cui si consiglia di trattare pareti, soffitti, finestre e superfici del pavimento con pannelli e tessuti acustici, poiché se la stanza avesse un’acustica perfetta, possiamo migliorare ulteriormente il suono con piccole regolazioni con programmi di equalizzazione. Il produttore viene fornito con un microfono di misurazione per il sistema ARC, insieme a un supporto per microfono su treppiede, nonché un CD con un sistema di calibrazione ARC, un cavo USB per il collegamento del microfono e dell’amplificatore e un cavo CAT5 per la connessione di rete a il ricevente.

Anthem Advanced Load Monitoring è un circuito di monitoraggio del carico

MRX-710-interno

Le radio di ultima generazione di Anthem sono dotate di un’unità di elaborazione del segnale digitale (DSP) all’avanguardia che monitora i valori di tensione e corrente per evitare il sovraccarico. L’amplificatore è raffreddato da una ventola a doppia velocità.

Prova d’ascolto

Il test dell’amplificatore Anthem potrebbe essere eseguito in una stanza acusticamente trattata in modo ottimale. Pannelli frontali diffusori ed elementi fonoassorbenti a parete assicurano il giusto suono. A seguito delle nostre misurazioni, abbiamo consigliato il trattamento delle pavimentazioni con materassini acustici fonoassorbenti, in grado di assorbire 20-30 decibel di suono rispetto ai tappetini tradizionali.

Abbiamo visto un film molto fresco per testare il suono dell’amplificatore. Scene emozionanti dell’azione del 2020, Tenet, un film di fantascienza con molti effetti sonori. Nonostante la semplicità di Anthem, è stata una piacevole sorpresa. Abbiamo accoppiato l’amplificatore con una coppia di altoparlanti di marca Genelec. Abbiamo sperimentato un suono realistico e spazioso, un’immagine ampia del palcoscenico e una ricchezza di dettagli. Quelli profondi erano molto decisi, tesi e percussivi. I dialoghi erano comprensibili e chiari, forse le gamme medie a volte erano un po ‘messe in secondo piano, ma i toni alti erano belli e vivaci, tanto quanto era necessario.

Sommario

Il ricevitore di Anthem sa quanto un ricevitore ha bisogno. Alcuni potrebbero trovare le funzionalità incomplete, preferiremmo raccomandare loro altri modelli, poiché c’è molto da ottenere con un dispositivo con molte più funzionalità rispetto all’MRX 710 AV. Ma se qualcuno non ama il sovraffollamento o trova ridondanti un numero infinito di funzioni e desidera un suono pulito e intenso, allora questo amplificatore è l’ideale per questo, semplice ma fantastico!