Recensione del subwoofer Bowers & Wilkins PV1D

Bowers & Wilkins, o B&W, è un’azienda britannica che produceva altoparlanti. B&W è stata fondata nel 1966 da John Bowers a Worthing (West Sussex, Inghilterra).

Caratteristiche principali

BW_PV1D_Subwoofer

Il Bowers & Wilkins PV1D è il successore del pluripremiato PV1 di B&W, con un aggiornamento digitale contrassegnato con “D” che consente la messa a punto del subwoofer utilizzando le opzioni di equalizzazione.

Pannello di controllo PV1D

Disponibile tramite un display OLED e un touch screen montato centralmente, il DSP ottimizza simultaneamente le prestazioni complessive del PV1D. Se si desidera utilizzare il PV1D in una configurazione 2.1, il subwoofer offre modalità EQ preselezionate per facilitare l’integrazione con uno dei sei diversi tipi di altoparlanti. Le unità di azionamento (2 x 20 cm) e il guadagno (400 W) del PV1D sono stati modificati, risultando in un modello che mantiene la piena velocità e dinamica del suo predecessore, oltre a una significativa potenza e espansione dei bassi aggiuntive.Il sistema DSP aiuta ad espandere la gamma inferiore, l’equalizzatore dinamico dei bassi controlla il grado di bassa potenza uscita per mantenere sia l’amplificatore che le unità di trasmissione entro limiti ottimali.

Pannello posteriore del subwoofer P1D

Il PV1D può essere collegato a un computer Windows utilizzando la presa RS-232 e il cavo in dotazione. Ciò consente di utilizzare la subapp B&W, che può essere scaricata gratuitamente dal sito Web dell’azienda, per regolare le impostazioni del subwoofer attraverso di essa. Ha una potenza di 400 Watt, un consumo energetico nominale di 150 Watt, misura 342 mm x 270 mm x 358 mm e pesa 18,7 kg.

Suono di Bowers & Wilkins PV1D

PV1D-Sub-Inside

Il subwoofer è stato testato in un soggiorno relativamente ampio. L’acustica della stanza non era perfetta perché troppi elementi fonoassorbenti erano stati posizionati sul muro e negli angoli, quindi i suoni profondi nella stanza erano troppo smorzati, provocando il deterioramento del suono dei film e della musica. Il proprietario è stato consigliato di posizionare diffusori acustici sulle pareti e sul soffitto oltre ai pannelli fonoassorbenti per mantenere il suono bilanciato. Abbiamo accoppiato il subwoofer B&W con una coppia di altoparlanti Definitive Technology D15 e un amplificatore home theater Marantz SR8012.

Abbiamo iniziato i test ascoltando musica, ascoltando Doom Days dei Bastille. I bassi suonavano in modo sbalorditivo, producendo bassi dettagliati, chiari e guidati. Ne abbiamo sperimentati di simili mentre guardavamo un film. Abbiamo guardato l’entusiasmante dramma d’azione del 2016, Patriots ’Day. Il subwoofer B&W irradiava bassi precisi e percussivi.

Il PV1D dal design unico utilizza due unità opposte in un alloggiamento super rigido per fornire bassi profondi veloci, puliti e solidi per musica e film. Mantenendo l’equilibrio del suo predecessore, il PV1D utilizza un design nuovo di zecca e una versione migliorata della piattaforma DSP. L’elaborazione digitale offre maggiore controllo e versatilità, consentendo a PV1D di integrarsi perfettamente con i sistemi home theater.

Con il subwoofer ad alta intensità, puoi sperimentare tutta la potenza dei film d’azione. In combinazione con un involucro stabile e robusto, i bassi del PV1D distribuiscono meglio i bassi, stabilmente e li trattengono. Il semplice pannello touch screen consente di effettuare le impostazioni di PV1D. Ma gli sviluppatori erano interessati non solo all’aspetto stravagante, ma anche alla tecnologia. L’idea della forma sferica del PV1D era data dalle diverse strutture portanti la pressione: era semplicemente l’unica forma in grado di sopportare questa forza. I coni sandwich dei subwoofer contribuiscono a un suono chiaro e preciso con la loro elevata rigidità. Le due unità da 200 mm sono alimentate da un alimentatore switching digitale compatto da 500 watt che dissipa il calore attraverso l’alloggiamento in alluminio del radiatore. I piedini in gomma morbida garantiscono stabilità. L’equalizzazione dei bassi può essere regolata in tre fasi, che influiscono sulla massima pressione sonora possibile.

Qualità del suono

Utilizzando la tecnologia laser, i progettisti in bianco e nero hanno scoperto che la vibrazione delle loro sfere era da 20 a 40 decibel inferiore a quella dei tradizionali alloggiamenti rotocalco. E davvero: riesci a malapena a sentire le vibrazioni dell’alloggiamento dell’altoparlante anche a volumi più alti.

Sommario

Subwoofer PV1D bianco

La stabilità del livello è limitata, ma i bassi del piccolo altoparlante PV1D di B&W sono impressionanti. Il subwoofer sferico ha fornito suoni molto chiari, dettagliati e accurati. Tuttavia, negli home theater più grandi, vale la pena utilizzarne almeno un paio. I bassi erano controllati. Rispetto alle sue dimensioni, questo altoparlante dal design speciale ha mostrato una forza sorprendente. Tuttavia, se desideri bassi reali, profondi e sconvolgenti, scegli un subwoofer di dimensioni e prestazioni maggiori, come il subwoofer SVS SB16 Ultra.

Scritto da Róbert Polgár