Recensione del monitor da studio Genelec 8010A

Monitor Genelek-8010A

Il piccolo altoparlante Genelec da 1,5 kg è un ottimo modello portatile e compatto. Il design esterno è molto simile al Genelec 6010, altrimenti anche l’8010A ha lo stile Genelec standard. A prima vista, il design e le dimensioni dell’alloggiamento in alluminio ricordano molto da vicino un altoparlante del computer.

Spacchettamento

Genelec-Monitor-Front

Le piccole dimensioni non dovrebbero trarre in inganno nessuno. L’altoparlante dispone di amplificatori di classe D. Il subwoofer con schermatura metallica è capace di 80 watt e il subwoofer con schermatura metallica è capace di 50 watt. Il LED verde si illumina quando l’altoparlante è acceso. La suola in gomma IsoPod a marchio Genelec è antiscivolo e l’angolazione dell’altoparlante può essere regolata tramite un’utile clip metallica.

 

Ritorno del portavoce di Genelec

Sul retro sono presenti DIP switch con i quali è possibile controllare la risposta in frequenza e i bassi. Riceverai anche un manuale per le impostazioni, che ti aiuterà. C’è anche un ingresso XLR bilanciato sul pannello posteriore. A causa delle sue dimensioni ridotte, l’alimentazione viene fornita attraverso una piccola presa di corrente a due pin, poiché non c’è abbastanza spazio per una presa IEC. La frequenza di attraversamento è di 3 kHz. La pressione sonora massima è di 96 dB, la risposta in frequenza è di 67 Hz-25 KHz. Compatibile con il subwoofer Genelec 7050 B. Il tubo riflesso lungo e profondo con azionamenti e filtri ottimizzati merita rispetto.

Sensore di segnale intelligente

Il circuito del sensore di segnale intelligente (ISS) entra in modalità standby quando non viene rilevato alcun ingresso audio. Ci vuole circa mezzo secondo per accenderlo, ma se infastidisci qualcuno, puoi persino disabilitare la funzione ISS.

Prova del suono

8010A-Weißmonitor

Abbiamo posizionato la coppia di altoparlanti Genelec 8010A su entrambi i lati del laptop, in uno studio più piccolo dove i pannelli frontali del diffusore e gli elementi stampati fonoassorbenti sulle pareti e sul soffitto assicurano il controllo del suono. Le trappole dei bassi sono state installate negli angoli, quindi pareti e angoli vicini non sono un problema nel piccolo, piccolo studio. Nel caso degli studi, è estremamente importante “attutire” adeguatamente la stanza con elementi acustici in modo che i materiali audio registrati oi mix suonino correttamente anche in altre stanze. Un trattamento acustico ottimale non solo migliora la qualità delle registrazioni audio, ma attenua anche i suoni filtrati verso l’interno e verso l’esterno.

Con una voce da gigante nano

Abbiamo scaricato il suo ultimo successo, Clean Bandit: Tick Tock, sul mio laptop. Abbiamo avuto un’esperienza molto positiva. Il minuscolo Genelec ha prodotto suoni lineari bilanciati e accurati, sia nelle gamme medie che alte. Abbiamo trovato i bassi un po ‘bassi, ma per un monitor così grande non è una grande delusione. Abbiamo quindi ascoltato la musica attuale di Alex Adair, Make Me Feel Better. L’8010A ha dimostrato ancora una volta di non essere sottovalutato. Abbiamo ottenuto acuti nitidi e cristallini e una gamma media ideale. Quelli profondi erano di nuovo più deboli del solito. Ma grazie alla chiarezza e alla precisione, non abbiamo riscontrato affaticamento dell’orecchio anche dopo un ascolto prolungato della musica.

Conclusione

Nonostante le dimensioni ridotte, il monitor da studio Genelec 8010A offre prestazioni sorprendenti. La distanza ideale per gli studenti è di 1 metro. Come monitor ravvicinato, per l’osservazione in studio, come riferimento o per registrazioni in loco, questo piccolo monitor è un’ottima scelta. Puoi aspettarti un suono preciso, bilanciato, potente e chiaro quando acquisti questo modello. I bassi potrebbero essere più intensi, ma se non usati come monitor principale, questo non dovrebbe essere uno svantaggio particolare. Il monitor Genelec non è economico, ma rappresenta una buona qualità. Se il suo aspetto dovesse essere caratterizzato, diremmo che è un pezzo “corretto”, “carino”.