Abbiamo testato il monitor da studio passivo JBL LSR6332L!

Dopo una misurazione acustica, il trattamento acustico è stato eseguito in uno studio di registrazione e missaggio del suono a Budapest, di circa 18 metri quadrati. Pannelli fonoassorbenti e diffusori sono stati posizionati sia sulle pareti che sul soffitto. Abbiamo steso un tappeto acustico sul pavimento di piastrelle dure, rendendo il suono surround dello studio assolutamente perfetto. Nel caso di registratori di suoni o studi di doppiaggio, è ancora più importante che l’acustica sia impeccabile, come se il materiale sonoro fosse registrato in una stanza riverberante, il risultato finale può essere deludente. Sebbene possiamo correggere leggermente gli errori con i dispositivi di tecnologia del suono, non possiamo essere completamente soddisfatti anche in questo caso. Pertanto, il trattamento acustico di questo tipo di stanza è particolarmente importante. Questa volta abbiamo testato il monitor da studio passivo JBL LSR6332.

JBL- il sogno americano

JBL è una filiale di Samsung, una società americana in Corea del Sud. È stata fondata nel 1946 da James Bullough Lansing, un ingegnere americano. Da allora, i prodotti JBL sono stati utilizzati anche su automobili Toyota, Ferrari e Smart. Produttore audio ufficiale della NBA (National Basketball Association).

JBL-LSR6332L-Studiomonitore

Presentazione dell’altoparlante JBL LSR6332L

L’altoparlante passivo a 3 vie ha una potenza di 150-1000 Watt, trasmissione in frequenza 60Hz-20kHz, pressione sonora massima 112 dB, frequenza di crossover 250 Hz-2.2 kHz, impedenza: 4 Ohm, peso altoparlante 20,4 kg. A differenza degli altoparlanti attivi, gli altoparlanti passivi non hanno un amplificatore integrato, quindi per coloro che scelgono il tipo passivo, hanno bisogno di ottenere un amplificatore stereo esterno che può essere collegato all’altoparlante. Il subwoofer con trasmissione differenziale al neodimio a doppia bobina aumenta le prestazioni e riduce la distorsione. Il neodimio dell’altoparlante medio, il cono magnetico in Kevlar e il tweeter composito in titanio offrono un’eccellente linearità, alta risoluzione e bassa distorsione. Durante la registrazione o il missaggio dell’audio, è un grande vantaggio che l’altoparlante JBL utilizzi la tecnologia LSR (Linear Spatial Reference) per trasmettere i suoni in modo reale, dettagliato e accurato.

Recensione JBL-LSR6332L

Può anche essere utilizzato come riferimento o monitor principale, grazie al design preciso, la trasmissione in frequenza è completamente ottimale, la registrazione è bilanciata, l’immagine sonora è chiara e dettagliata. Il denso deflettore e l’involucro rinforzato garantiscono stabilità e riducono al minimo la risonanza dell’alloggiamento. L’apertura dinamica lineare previene la turbolenza. Può facilmente far fronte a un’elevata pressione sonora. Rispetto ai suoi predecessori, il JBL LSR6332L ha una nuova fantastica funzionalità. Room Mode Compensation consente di eliminare le interferenze nel range inferiore a 100 Hz, tenendo conto delle caratteristiche degli ambienti.

In un viaggio musicale

Poiché abbiamo testato gli altoparlanti in uno studio di registrazione, ci siamo concentrati principalmente sulla musica. Abbiamo cercato di ascoltare quanti più generi possibili. Abbiamo ascoltato Smooth Criminal, il clamoroso successo della maratona di Michael Jackson. Dopo aver sentito la voce unica e cantata del re del pop, i ritmi e la musica fantastici, abbiamo tutti sentito il bisogno di ballare. Alla fine, l’abbiamo ignorato e abbiamo rianimato le orecchie. Il JBL ha fornito un suono davvero realistico e spazioso, abbiamo ottenuto bei bassi e piacevoli gamme medio e alte. Ogni suono della canzone era dettagliato e chiaramente rimovibile e separabile. L’oratore si è esibito in un modo degno del re del pop. Uno dei meravigliosi e famosi brani musicali del genere classico, Haydn: Cauldron Drum Symphony II. teorema è stato seguito. L’altoparlante, abbinato ad un amplificatore di buona qualità, suonava senza distorsioni anche ad alto volume, abbiamo sentito gli strumenti come se fossimo partecipanti ad un concerto dal vivo. Abbiamo sperimentato somiglianze durante l’ascolto di Beethoven: Moonlight Sonata. Ogni battito e ritmo suonava in perfetta armonia.

Freddie-Mercury

Citando il successo mondiale di Freddie Mercury, “Lo spettacolo deve continuare!” Abbiamo suonato The Show Must Go On. Con l’indimenticabile rock, ha toccato di nuovo le nostre anime, i suoni fluivano in modo uniforme, coprendo l’intero spazio, creando un senso di spazio.

L’ultima interprete dell’avventura musicale è stata la canzone Bella Ciao, eseguita da La Casa De Papel. L’elaborazione della canzone popolare originariamente italiana divenne nota e popolare come inserto di una serie popolare. JBL non ha deluso, ancora una volta abbiamo avuto solo impressioni positive.

La nostra opinione

Possiamo solo menzionare le caratteristiche vantaggiose di questo fantastico monitor da studio, non sono stati trovati negativi. Lo consigliamo principalmente per il missaggio del suono professionale e la registrazione del suono. Per scopi hobbistici, vale la pena scegliere altoparlanti hi-fi con un amplificatore integrato attivo, nel caso di monitor passivi, non fa male avere una certa esperienza nel campo dell’audio, in modo da poter trovare l’amplificatore giusto e configurarlo. Il sogno americano, il JBL LSR6332L, farà un ottimo lavoro in uno studio con un’acustica ottimale.