Abbiamo testato i diffusori da scaffale KEF LS50 Meta!

Il marchio britannico KEF è presente nel mercato dei prodotti audio e hi-fi dal 1961. Il marchio KEF sta per “Kent Engineering and Foundry”. Raymond Cooke ha fondato l’azienda.

In occasione del suo anniversario, KEF ha lanciato gli altoparlanti LS50 originali nel 2012. Questi altoparlanti per treppiede hanno avuto un enorme successo, tanto che da allora hanno continuato a produrre senza molti cambiamenti.

Gli ingegneri dell’azienda non si siedono, tuttavia, e il risultato è l’altoparlante Meta LS50 dall’aspetto fresco.

Costruzione e design

Meta altoparlante LS50

I Meta LS50 non sono diversi dall’LS50 originale e per molti versi non sono esattamente gli stessi. Il Meta ha un alloggiamento opaco, che è anche vantaggioso perché impedisce la comparsa di impronte digitali e polvere su di esso,
La forma e le dimensioni del cabinet sono ottimali e il frontale curvo è realizzato in poliestere in combinazione con fibra di vetro e carbonato di calcio, creando così una base straordinariamente rigida e ben controllata per la tecnologia Uni-Q, che è lo sviluppo dell’azienda.

Alcune caratteristiche importanti di KEF LS50 Meta:

-Potenza massima 106dB

-Sensibilità 85dB

-Trasmissione in frequenza 79Hz – 28kHz

-Impedenza 8 ohm

-Dimensioni (altezza) 30,2 x 20 x 27,8 cm

-Peso 7,2 kg

Il KEF LS50 Meta è il primo altoparlante Metamaterial al mondo con un altoparlante Uni-Q di 12a generazione. Sistema bass reflex a due vie.

ΚΕΦ-ΛΣ50-Meta-Spektaer-Farben

Il resto della cassa dell’altoparlante è realizzato in MDF, pesantemente irrigidito e accuratamente smorzato per ridurre al minimo le risonanze. La LS50 Metas è disponibile in quattro colori: bianco, nero carbone, grigio titanio e Royal Blue Special Edition.

La cassa dell’altoparlante spessa e rigida offre un’adeguata stabilità. L’esterno moderno e pulito può essere facilmente integrato in quasi tutti gli stili di stanza. Sembra decorativo e giovanile.

L’unico cambiamento evidente rispetto ai modelli precedenti era il pannello posteriore. I fori nelle viti di montaggio sul deflettore anteriore sono scomparsi, conferendo all’altoparlante un aspetto più gradevole e ordinato. Il deflettore è realizzato in mescola DMC, che insieme agli irrigidimenti interni riduce le vibrazioni interne. I pannelli MDF spessi, grazie alla tecnologia CFD (Computational Fluid Dynamics), ritardano la turbolenza e mantengono i medi più puliti.

Utilizzando la tecnologia di assorbimento MAT-Metamaterial, è stato sviluppato un sistema simile a un labirinto, che si traduce in un suono più chiaro, più naturale e privo di distorsioni.

Con l’aiuto di MAT, l’altoparlante gestisce con successo il suono proveniente dal retro della cupola del tweeter in alluminio da 25 mm. In un design convenzionale, questo suono di solito fluisce nella camera dietro la cupola, dove viene assorbito principalmente dal materiale di smorzamento. Ma una parte dell’energia sonora rimbalza sempre sulla cupola, causando distorsioni.

In questo caso, però, il suono all’indietro passa attraverso un sistema che sembra un labirinto circolare di plastica. È stratificato ed è composto da 30 tubi, ognuno dei quali assume una frequenza diversa. KEF afferma che dopo aver combinato i tubi, un’ampia gamma di frequenze – da circa 600 Hz in su – viene registrata in modo molto più efficiente rispetto a metodi alternativi. Il risultato dovrebbe essere un high più chiaro e meno distorto. L’orifizio riflesso è diventato più ampio in modo che più aria possa fluire dentro e fuori. L’altoparlante da 130 mm è stato fissato al pannello anteriore tramite viti. Sia la membrana Uni-Q che il grande magnete migliorano ulteriormente il suono.

Si tratta di diffusori non particolarmente sensibili, con una potenza nominale di 85 dB/W/m, l’impedenza minima è di soli 3,5 ohm, quindi vale la pena associarli ad un amplificatore di potenza superiore.

I diffusori Meta sono alti solo 30 cm, quindi sono abbastanza compatti nelle dimensioni, ma potrebbe non aver bisogno di essere posizionati su una libreria o direttamente contro il muro. Non suoneranno male se lo facciamo, ma suoneranno molto meglio se sono posizionati a 50 cm di distanza in una stanza, ben lontano dalle pareti laterali.

Suono

Abbiamo testato la coppia di diffusori LS50 Meta in un soggiorno di medie dimensioni. Abbiamo abbinato gli altoparlanti a un ricevitore home cinema Denon AVR X3700H, che si è rivelata una buona decisione.
L’acustica della stanza, secondo le nostre misurazioni, era ideale, grazie ai diffusori in legno Art posti sulle pareti e ai pannelli fonoassorbenti fotostampati. Le bass trap sono state posizionate negli angoli in modo da non doversi preoccupare di echi, bassi eccessivi.
Non ci è voluto molto per notare che gli LS50 erano significativamente migliorati rispetto ai loro predecessori. Sebbene il carattere del suono di base non sia cambiato, i modelli più recenti hanno fornito chiarezza e sottigliezza di cui gli LS50 originali non erano in grado di raggiungere questo livello.
Abbiamo sperimentato un suono fine, accurato e dettagliato durante l’ascolto di diversi generi musicali. Nel caso delle opere strumentali, i diversi strumenti erano ben separabili.

Questi altoparlanti compatti, nonostante le loro dimensioni, producevano un suono sorprendentemente corposo e rispettabile.
La tecnologia dei metamateriali sembra funzionare davvero. Questi nuovi KEF suonano molto più chiari e sofisticati di prima, specialmente alle frequenze più alte.
Le dinamiche su larga scala sono gestite bene e hanno una potenza considerevole. A volumi molto elevati, a volte producevano una produzione leggermente più debole, ma non era un grave errore.

I KEF suonano in modo fluido ed equilibrato, sebbene non sia possibile coprire le carenze delle registrazioni deboli, ma il loro suono non si deteriora.

Il design KEF Uni-Q ha un bell’aspetto, l’LS50 Meta genera un tono ampio e ben concentrato e anche la stabilità dello spettro sonoro è perfetta. Il basso è anche abbastanza intenso, ovviamente, chiunque si aggrappi a bassi che frantumano le pareti e martellanti dovrebbe scegliere un altro altoparlante o ottenere un subwoofer.

Conclusione

LS50-meta-in-spazio

Abbiamo sempre amato gli LS50 e questa nuova versione porta le loro prestazioni a un livello significativamente più alto. Crediamo che KEF abbia fatto grandi passi avanti con la tecnologia Metamaterial, e questo è immediatamente evidente anche nel suono. Questi altoparlanti offrono un suono bilanciato, naturale e chiaro e puoi aspettarti prestazioni prive di distorsioni grazie al loro design robusto e all’attenuazione interna. Siamo rimasti soddisfatti anche delle gamme dei bassi, sebbene per bassi percussivi e davvero seri, preferiremmo un altoparlante più potente. Per un suono ottimale, è molto importante accoppiare gli altoparlanti KEF con un amplificatore di potenza superiore. Abbiamo sentito suoni ricchi di dettagli, dinamici e che riempiono lo spazio, il che è stata davvero una piacevole sorpresa con un diffusore di dimensioni così compatte.

Scritto da Róbert Polgár