Abbiamo testato i monitor da studio KRK Rokit 5 G4!

KRK-Rock-5-Gch-Studiomonitor

Il suono dei modelli della serie KRK Rokit 5 non era perfetto, erano caratterizzati da alti troppo profondi e troppo forti. Il G4, invece, ha bilanciato le frequenze e sono stati eliminati i guasti precedenti. Come monitor attivo e ravvicinato, è ideale per studi e registrazioni audio.

Conosciamo il Rokit 5 G4!

L’altoparlante opaco, nero e con bordi squadrati pesa 4,9 kg. L’iconico colore giallo-nero non è cambiato, ha subito solo qualche affinamento, il colore giallo brillante è stato sostituito da una tonalità di giallo più morbida e gradevole. A differenza dei modelli precedenti, l’altoparlante G4 ha un subwoofer e un tweeter in Kevlar, rendendo i bassi molto migliori. L’apertura dei bassi anteriori è diventata più grande, il che si traduce anche in bassi più intensi.

Set Rokit-5-Iso

L’alloggiamento ha un cuscino iso-foam solido, solido e ad alta densità nella parte inferiore, che garantisce che la risonanza sia ridotta al minimo. Tuttavia, il posizionamento degli altoparlanti è molto importante. Vale anche la pena considerare la distanza dal muro, la posizione di ascolto e l’acustica della stanza. Se mettiamo gli altoparlanti in un mobile chiuso o in uno scaffale, possiamo aspettarci una certa risonanza nonostante le gambe in schiuma iso.

Se desideri una soluzione davvero efficace per eliminare le vibrazioni, posiziona un cuscinetto per altoparlanti sotto gli altoparlanti o anche sopra di essi. I tamponi in granito o calcare sono i più adatti a questo scopo. Con il loro utilizzo si ottiene una risonanza quasi completa e, inoltre, forniscono anche un aspetto estetico.

Il trattamento acustico di pareti e soffitti è molto importante nelle stanze, ma soprattutto negli studi di registrazione e missaggio del suono. Anche i problemi acustici causati dall’eco e dalle vibrazioni possono essere eliminati con successo con un trattamento adeguato.

Rokit 5 ingressi e uscite

L’altoparlante Rokit 5 ha una risposta in frequenza di 43Hz-40kHz e un livello massimo di pressione sonora (SPL) di 104 decibel. Il monitor ha una potenza di 55 watt. Combinato I connettori TRS e XLR supportano il suono bilanciato. Nessun connettore RCA. Il retro dell’altoparlante ha uno schermo LCD invece di molti controlli e la codifica è molto più semplice grazie al sistema DSP. Il logo del marchio è retroilluminato per indicare la modalità standby.

Amplificatore in classe “D”

Per gli altoparlanti con un amplificatore di classe “D”, la perdita è molto ridotta. Per gli amplificatori di classe “D”, i segnali di ingresso della frequenza audio sono codificati come segnali PWM (pulse width modulated) e controllano dispositivi ad alta potenza tra i livelli di segnale di apertura e chiusura in modo che assorbano potenza solo durante le transizioni del segnale. Questi tipi di amplificatori sono molto efficienti e la perdita è trascurabile.

Strumenti audio KRK

KRK-Audio-Tools-App

Sono possibili 25 diverse impostazioni di equalizzazione, l’applicazione KRK Audio Tools può essere utilizzata per posizionare e sintonizzare il monitor. L’altoparlante può essere installato e controllato su dispositivi iOS e Android. Spectrum RTR misura e controlla la gamma di frequenza dei segnali audio in ingresso, il misuratore di livello calibra il livello del monitor, la raccomandazione EQ determina quale impostazione EQ è la migliore per la stanza e Monitor Align regola la direzione dei monitor.

I programmi di correzione ambientale sono molto utili se l’acustica della stanza è adeguata, perché con correzioni minime possiamo rendere il suono degli altoparlanti quasi perfetto. Oltre alla scarsa acustica, questi programmi tendono a degradare solo il suono, poiché i guasti acustici vengono percepiti come difetti di pressione sonora e vengono interrotti invece del vero problema.

Prova d’ascolto

Il monitor a due vie Rokit 5 G4 è stato testato in uno studio di registrazione. L’home studio è di proprietà di un tecnico del suono che è principalmente coinvolto nel missaggio del suono. L’acustica dello studio era assolutamente ottimale, quindi non ci sono stati problemi.

Abbiamo ascoltato per la prima volta David Guetta e la canzone di successo di Sia, Let’s Love. KRK si è esibito in modo molto convincente, con suoni profondi percussivi e privi di distorsioni, e anche le gamme medie erano presenti in modo chiaro e meraviglioso. Sia la voce che le parti strumentali erano chiare, siamo rimasti soddisfatti anche delle basse frequenze.

Poi è stato giocato il numero di Ofenbach: Head Shoulders Knees & Toes. I bassi erano impeccabili, così potenti che non era nemmeno necessario un subwoofer accanto ai monitor. Abbiamo scoperto alcune imprecisioni sui toni alti e abbiamo anche trovato qualcosa per proiettare in dettaglio, l’immagine del palco avrebbe potuto essere più ampia, ma poiché si tratta di monitor ravvicinati, questo non è un problema. È anche possibile ascoltare a lungo senza affaticamento dell’orecchio, aspetto molto importante negli studi.

Conclusione

Abbiamo avuto un’impressione positiva del monitor da studio Rokit 5 G4, i bug dei modelli precedenti sono stati corretti con successo, i bassi erano perfetti grazie ai subwoofer in Kevlar e all’apertura dei bassi più ampia, gli alti non erano impeccabili, l’immagine del palco poteva essere più ampia, ma come altoparlanti a distanza ravvicinata seri problemi. In studio, lo consigliamo come monitor di riferimento, poiché è adatto anche per l’ascolto a lungo termine senza affaticare le orecchie. Le impostazioni EQ, lo schermo LCD sono innovazioni che consigliamo vivamente.

Scritto da Róbert Polgár