Recensione del subwoofer Q Acoustics QB12

Cos’è Q Acoustics Q B12?

Il Q B12 è il primo subwoofer dell’azienda con un drive da 30 cm. Per bassi senza distorsioni, muscolosi e chiari, Q Acoustics ha combinato questa unità con un amplificatore di Classe D da 220 W a bassissima distorsione e una bobina audio da 50 mm e un alloggiamento rinforzato chiuso.

Aspetto

Subwoofer Q-Acoustics-Q-B12

Disponibile in nero o bianco con finitura opaca o lucida. Sotto la griglia si trova un’unità da 30 cm alimentata da un amplificatore Texas Instruments TPA3255 Classe D da 220 W e un deflettore spesso 36 mm fornisce la massima rigidità per l’unità.

Un esclusivo dissipatore di calore in alluminio pressofuso sul pannello posteriore raffredda l’amplificatore e fornisce un’alimentazione stabile. L’irrigidimento integrato nell’armadio in MDF fornisce stabilità meccanica e riduce le vibrazioni e le risonanze indesiderate del dispositivo durante il funzionamento.

C’è anche un interruttore di fase 0/180 gradi sul retro, così come i commutatori di livello e incrociati che facilitano l’integrazione con altri altoparlanti, sebbene ovviamente siano necessarie anche varie impostazioni sull’amplificatore AV per ottenere i migliori risultati.

Pesa 21,5 kg, ha una costruzione impeccabile e un armadio chiuso. Il QB12 è a forma di cubo e di dimensioni abbastanza grandi, quindi richiede uno spazio relativamente ampio. Questo subwoofer funziona alla grande con la serie Q Acoustics 3000.

Connessioni e controllo

Pannello posteriore del subwoofer Q-B12

I connettori Q Acoustics Q B12 e alcuni controlli si trovano nella parte posteriore con posizionamento incassato. La copertura in metallo è fissata con magneti.

In questa zona incassata troverete una presa per il doppio cavo di alimentazione e un interruttore di accensione / spegnimento. C’è anche un interruttore di fase e un altro per l’accensione o la selezione automatica, quest’ultimo che attiva Q B12 quando riceve un segnale.

Qui si trovano un paio di ingressi a livello di linea RCA, uno dei quali funge da ingresso mono / LFE. Sopra l’area incassata, ci sono due dischi rotanti per controllare il livello e il crossover.

q-b12-inside

L’amplificatore digitale di classe D ha una potenza nominale di 220 W, una potenza massima fino a 440 W e una risposta in frequenza di 28-300 Hz.

Il Q B12 non ha un equalizzatore integrato, ma al giorno d’oggi qualsiasi ricevitore AV decente dovrebbe essere in grado di gestire l’integrazione del subwoofer e alleviare gli errori di suono della stanza.

Configurazione e funzionamento

Q Acoustics Q B12 è estremamente facile da configurare, principalmente grazie alla sua facile connessione e controllo.

Qualità del suono

Una stanza più piccola è stata il sito del nostro test, dove il subwoofer è stato accoppiato con altoparlanti Q Acoustics 3020i e un amplificatore Denon. Pannelli in membrana di pelle fonoassorbente e diffusori rustici sono stati aggiunti alle pareti della stanza per migliorare l’acustica e gli elementi angolari in membrana negli angoli assicurano il giusto suono.

Il Q B12 ha dimostrato di essere un subwoofer serio, combinato con la coppia di diffusori da scaffale Q Acoustics 3020i, il risultato è un sistema bilanciato in cui il Q B12 supporta gli altri altoparlanti e riempie le frequenze più basse dove necessario. Il basso è sottile, molto dettagliato e dinamico. A causa del sistema chiuso, possiamo aspettarci bassi molto sensibili.

Fornisce un suono accurato, dettagliato e veramente dinamico.

Il Q B12 funziona in modo sottile e cerca di creare un palcoscenico coeso invece di soffiarci i capelli con bassi martellanti.

A volte, tuttavia, sembrava che sarebbe stato utile avere più estensioni di fascia bassa con un solo tocco. Il più delle volte, il subwoofer ha svolto un ottimo lavoro, ma a volte, quando sarebbero state necessarie profondità davvero grandi, la mancanza di potenza pura era ovvia. Il subwoofer SVS SB 16 offre prestazioni migliori in quest’area.

Perché usare un subwoofer?

La funzione principale del subwoofer è quella di produrre suoni tra le basse frequenze. Affinché un suono così a bassa frequenza suoni con la forza richiesta, sono necessari un grande diaframma e una grande deflessione del diaframma. Per un altoparlante più piccolo, il diaframma deve spostarsi di più per produrre lo stesso volume. Pertanto, gli altoparlanti sono più grandi degli altri altoparlanti. Un subwoofer più grande può produrre frequenze più basse. Sebbene molte marche offrano altoparlanti a 3 vie, solo i subwoofer possono irradiare bassi martellanti e sconvolgenti. Se ti piacciono i suoni bassi intensi mentre ascolti musica o guardi film, potresti anche voler ottenere un subwoofer. Si può anche dire che con 2 subwoofer, la risposta in frequenza e l’immagine stereo del palco saranno ancora più ottimali e, naturalmente, le prestazioni saranno molto più elevate. Inoltre, con 2 subwoofer, la qualità del suono sarà ideale per una varietà di situazioni di ascolto. È molto importante dove posizioniamo il subwoofer. Non importa quanto sei lontano dalla posizione dello studente e dal muro. Se possibile, non posizionarlo nelle immediate vicinanze del muro, si consiglia di mantenere una distanza di 20-30 cm tra il muro e il subwoofer.

Sommario

È un subwoofer ad alte prestazioni che fa il lavoro per cui è stato progettato: aumentare le prestazioni di fascia bassa dei diffusori della serie Concept e 3000i del marchio. Il Q B12 si integra perfettamente con gli altoparlanti 3010i o 3020i, creando un suono bilanciato a bassa frequenza.

Scritto da Róbert Polgár