Recensione dell’ultra subwoofer SVS SB16

Il subwoofer attivo, chiuso e di fabbricazione statunitense, è stato testato in una sala cinematografica ben progettata. L’aspetto è estetico e moderno. Ha una finitura nera lucida, bordi arrotondati e un display frontale quadrato che è estremamente visibile da 15 metri di distanza, ma può essere oscurato o addirittura spento se distrae. Grazie all’alloggiamento in MDF chiuso e stabile, le vibrazioni sono minime. Dotato di un cono composito in fibra di vetro e plastica, una griglia in acciaio protegge l’altoparlante, che è una soluzione molto pratica ma non eccessivamente piacevole.

Subwoofer SVS-SB

La superficie lucida della custodia è abbastanza delicata, quindi va maneggiata con cura e attenzione. Il dispositivo da 55 kg e 40 cm ha una potenza di 1.500 watt e una potenza di picco fino a 5.000 watt tramite il circuito MOSFET. Prestazioni così elevate erano necessarie perché il flusso d’aria all’interno degli altoparlanti in dotazione poteva ridurre le prestazioni, quindi i progettisti dovevano trovare una soluzione per compensare i problemi audio causati dalla bassa pressione sonora.

Forza racchiusa in una scatola

Altoparlanti subwoofer SVS

L’amplificatore di classe D Sledge funziona con un processore di controllo del segnale a 50 MHz. Questo è importante da menzionare perché l’obiettivo principale dell’SB16 non è quello di irradiare bassi sconvolgenti, ma di trasmettere i suoni trasmessi in modo chiaro, intelligibile e dettagliato. Gli amplificatori sono prodotti in Canada.

La trasmissione in frequenza è compresa tra 16-460 Hz. Grazie ai 4 magneti in ferrito nel cestello in fusione di alluminio, alla bobina del pendolo di 20 cm di diametro e alla pillola NOMEX resistente al calore, la distorsione è estremamente bassa. La dimensione della bobina del pendolo è notevole, poiché sono state utilizzate bobine del pendolo da 50 mm, nel caso dell’SB16 questa bobina è di 200 mm e vengono utilizzati anche enormi magneti in ferrito, che renderanno il suono molto più stabile, bilanciato e chiaro. La bobina del pendolo da 200 mm richiede sicuramente enormi magneti. È necessaria una forza seria per muovere la membrana saldamente sospesa. Il subwoofer SB16 Ultra ha un sistema chiuso, quindi l’aria che fluisce in esso resiste effettivamente alla membrana.

Telecomando SB16

Il telecomando ha le dimensioni di una carta di credito. Il subwoofer ha anche piedini in gomma per evitare di graffiare il pavimento. Nonostante il subwoofer sia stato dotato di un alloggiamento davvero solido, vale la pena considerare di posizionare un cuscinetto per altoparlanti in granito sotto il subwoofer e gli altri altoparlanti, o anche sopra di essi, il che riduce completamente le risonanze.

SVS suona anche le gamme più basse e profonde senza distorsioni. Il subwoofer dispone di un’ampia gamma di impostazioni, anche grazie all’EQ parametrico.

App SB-16-EQ

Oggi, è quasi un’aspettativa di base tra i fan dell’audio e dell’hi-fi avere un software di calibrazione disponibile anche per l’altoparlante. Questo non è diverso per il subwoofer SVS. È inoltre possibile regolare le modalità di filtro, le risposte in frequenza, il volume e la fase con il software. Questa applicazione può essere gestita anche tramite un telefono cellulare, ma è anche possibile effettuare le impostazioni utilizzando il telecomando a infrarossi.

Naturalmente, il software di calibrazione della stanza da solo non risolverà i problemi di una stanza non trattata con una scarsa acustica, motivo per cui è importante trattare le pareti, i soffitti e le superfici delle finestre delle stanze con i giusti prodotti acustici. Se il suono è ideale in una stanza, i programmi di calibrazione della stanza possono davvero funzionare in modo efficace.

SB16-Ultra-posteriore

È davvero facile da installare e configurare, non ha causato alcuna difficoltà. Ingressi e uscite XLR stereo bilanciati e RCA stereo sbilanciati, una presa trigger da 12 V si trova sull’unità. Se si desidera filtrare i bassi dagli altoparlanti principali, si consiglia inoltre di utilizzare un preamplificatore stereo o un processore surround con subwoofer integrato. L’applicazione mobile funziona anche su dispositivi Android o iOs, ovviamente il subwoofer ha anche una connessione Bluetooth. È possibile controllare fino a più dispositivi SB16 Ultra contemporaneamente. È inoltre possibile impostare le modalità Musica e Film.

Suono

Per prima cosa abbiamo testato il subwoofer mentre guardavamo un film. Abbiamo guardato il film d’avventura King Arthur – Legend of the Sword, pubblicato nel 2017. In combinazione con i diffusori Dynaudio Contour 60 e l’amplificatore home theater Denon AVC X8500H, il subwoofer SVS ha funzionato alla grande. Durante la visione del film, abbiamo riscontrato un suono molto naturale e chiaro. Posizionato al centro degli atti, il subwoofer, con il suo suono intenso, bello ed equilibrato e il basso ideale, ci ha regalato un’esperienza accurata, dinamica e dettagliata.

Abbiamo anche testato le prestazioni del subwoofer nel campo della musica. Abbiamo ascoltato la canzone dei Metallica Master of Puppets. La dinamica e la precisione così come i dettagli si sono rivelati assolutamente perfetti. Per bassi più alti, tuttavia, abbiamo sentito alcuni problemi di suono. La performance e il suono avrebbero potuto essere ancora più perfetti per i suoni dei bassi superiori.

Verdetto

SVS-SB16-Ultra-Subwoofer-Immagine-principale-300x200

Il subwoofer SB16 Ultra può essere una buona scelta per qualsiasi home theater o fan della musica. Grazie alle sue dimensioni rispettabili, all’amplificatore di potenza e al processore DSP, può fornire anche i suoni più bassi e profondi senza distorsioni. Il funzionamento senza distorsioni è garantito anche dall’alloggiamento in MDF chiuso. L’esterno ha una finitura laccata lucida per pianoforte davvero bella. Tuttavia, la superficie laccata è delicata e mostra le impronte digitali. Naturalmente, ha anche un programma di correzione della stanza utile e facile da impostare. Con l’aiuto di un’applicazione scaricabile che può essere controllata anche tramite un telefono cellulare, disponiamo di un’ampia gamma di metodi di impostazione. Il display può essere letto molto bene anche da una distanza maggiore.

La griglia in acciaio che protegge l’altoparlante è pratica, ma non estetica. Abbiamo riscontrato alcuni errori di suono nei bassi alti, i bassi superiori potrebbero essere ulteriormente perfezionati e migliorati. Sul lato negativo, citiamo le taglie grandi e pesanti e il prezzo piuttosto alto. Rispetto al suo predecessore, non c’è stato alcun cambiamento significativo nella qualità, ma allo stesso tempo il suo prezzo è diventato molto più alto. Sebbene l’SB16 non sia perfetto in ogni modo, merita un podio tra i suoi concorrenti sul mercato.

Scritto da Róbert Polgár