Recensione del ricevitore AV Yamaha Aventage RX-A8A

È il modello più grande della serie di sintoamplificatori AV Yamaha Aventage. L’azienda giapponese Yamaha opera dal 19° secolo, vendendo motori e prodotti audio-hi-fi.

Caratteristiche Yamaha Aventage RX-A8A

Avis Yamaha Av A8A

Questo modello è un ricevitore a 11,2 canali, 2-3-4. con funzioni di zona. Dispone di connessioni Wi-Fi e Bluetooth, rendendo disponibile l’audio multiroom AirPlay 2, Spotify Connect e MusicCast. Il ricevitore è stato aggiornato con AURO 3D FW, Dolby Atmos e DTS: X CINEMA DSP HD3 assicurano la perfetta esperienza cinematografica. CINEMA DSP offre 24 programmi. Ci sono 7 ingressi HDMI e 3 uscite sul dispositivo. Potenza in uscita 1kHz, pilotata su un canale: 185W, 20Hz-20kHz, pilotata su due canali: 150W. Il ricevitore è anche in grado di upscaling 4K Ultra HD e decodifica audio HD (DTS-HD, True-HD).

Puoi anche controllare il dispositivo con il controllo vocale, puoi perfezionare ulteriormente le impostazioni con l’aiuto del microfono di misurazione. Connessione USB, 3 ottici, 2 coassiali digitali, 6 audio analogici, 1 video component, 2 ingressi video composito. Naturalmente, ha anche un’uscita per le cuffie e un’uscita trigger a 12V, e ha anche un sintonizzatore AM/FM.

Dimensioni: 435 x 192 x 477 mm, peso: 21,8 kg.

Particolari

Il canale di alimentazione 11 soddisferà pienamente i requisiti di 7.1.4. disposizione degli altoparlanti. Quando vengono utilizzati due subwoofer, l’RX-A8A distingue effettivamente i bassi. Le istruzioni per l’uso mostrano chiaramente tutti i layout possibili, incluso come collegare ciascun diffusore.
La configurazione può essere ulteriormente semplificata poiché Yamaha fornisce opzioni di configurazione tramite iOS e Android con un’app chiamata “Guida alla configurazione AV”. Questo aiuta non solo a sistemare gli altoparlanti, ma anche a collegare tutte le sorgenti.

Ingressi e uscite del ricevitore Aventage-RX-A8A

Hanno sette ingressi HDMI, ciascuno in grado di 4K 40 Gbps. L’RX-A8A ha un’uscita HDMI principale con eARC per riprodurre l’audio dalla TV collegata, una seconda uscita HDMI che non ha il controllo ARC o HDMI e la terza uscita HDMI menzionata in precedenza per una zona aggiuntiva.

Inoltre, ci sono solo 5 ingressi audio: un digitale ottico, un analogico ottico o RCA, un digitale coassiale o analogico RCA, una coppia di ingressi XLR bilanciati (ci sono anche pre-out XLR per i canali di uscita anteriori sinistro e destro) , ed infine un ingresso phono per giradischi con colonnina di messa a terra. Oltre alle connessioni Ethernet, trigger e IR, è presente una connessione per antenna DAB+/FM (e ovviamente sintonizzatori all’interno), mentre sul pannello frontale è presente un jack per le cuffie.

L’unico slot USB-A è anche sul pannello frontale, il che è un po’ scomodo quando si desidera utilizzare un disco rigido con file musicali, ma con un pratico connettore rapido. Tuttavia, non esiste una connessione USB-B per la riproduzione su PC. Naturalmente, il ricevitore ha anche un telecomando retroilluminato.

Yamaha MusicCast fornisce una piattaforma di streaming e multi-room per lo streaming zen.
Abbiamo utilizzato il telecomando per regolare la distanza degli altoparlanti e le impostazioni del volume. Le impostazioni sono state facili e veloci. Abbiamo collegato il ricevitore con una coppia di altoparlanti Focal Chora 826 e un subwoofer attivo chiuso SVS SB 4000.

Costruisci e progetta

Quando acquisti un ricevitore di fascia alta, puoi aspettarti che il produttore presti molta attenzione ad ogni piccolo dettaglio. Usando parti di qualità, hanno costruito un alloggiamento robusto e impeccabile. Il design è cambiato rispetto al tipo precedente. Il pulsante di controllo del volume principale è diventato più grande, rendendolo anche più facile da usare. L’ampio display centrale con molta poca luce è sparito; è sparita anche la grande copertura che nascondeva gli ingressi e i controlli frontali. Sulla destra c’è un selettore di ingresso più piccolo con quattro pulsanti Scene per selezionare le impostazioni desiderate.

Un cambiamento sorprendente nel design della scatola del dispositivo è la copertura in plastica ABS. Il suo frontale lucido è molto appariscente, sembra meno rigido degli alloggiamenti in metallo. L’RX-A8A è di dimensioni piuttosto grandi. Sotto la copertura in plastica superiore c’è una nuova copertura in metallo perforato che fornisce un ulteriore rinforzo trasversale al telaio, che secondo Yamaha raddoppia la rigidità della struttura rispetto alle precedenti Aventage.

Questo modello di punta, a differenza dei suoi predecessori, è stato dotato di zeppa e gamba dalla Brass Anti Resonance Technology (A.R.T.). L’Anti Resonance Technology (ART) Wedge è una quinta gamba nella parte anteriore del telaio. Il cuneo smorza le vibrazioni in modo molto più efficace, fornendo un suono più bello, più chiaro e concentrato.

Il nuovo processore è un QCS407 quad-core Qualcomm con quasi sette volte la potenza di elaborazione dei modelli precedenti. Il processore Qualcomm QCS407 a 64 bit offre un suono surround accurato.

Avent.-RXA8A-Ricevitore-locande

Questo ricevitore ha anche due bobine del trasformatore, con cablaggio separato per la sezione dell’amplificatore di corrente (probabilmente lo stadio di uscita) e la sezione dell’amplificatore di tensione (cioè lo stadio di ingresso).
Yamaha Compressed Music Enhancer utilizza l’elaborazione del segnale digitale in modo che i file compressi suonino perfettamente.

Suono

Aventage è stato testato in un ampio soggiorno che il proprietario utilizza anche come sala cinematografica. A causa dello stile minimalista della stanza, non c’erano troppi mobili e decorazioni per le pareti nella stanza. Alcuni pannelli acustici stampati sono stati prima sui muri, ma non era abbastanza per un’acustica perfetta. Abbiamo condotto una misurazione acustica nella stanza e stabilito che sarebbero stati necessari anche diffusori e trappole per bassi angolari.

Le ampie superfici vetrate offrivano una meravigliosa vista del paesaggio, ma purtroppo non erano molto vantaggiose dal punto di vista acustico, poiché le finestre riflettevano i suoni. Gli echi risultanti degradano il suono. Per risolvere questo problema, abbiamo consigliato tende acustiche, che migliorano l’acustica e fungono anche da oscuramento necessario per il cinema.

YPAO è stato in grado di perfezionare il suono utilizzando la correzione della stanza, ma solo dopo un trattamento acustico completo della stanza ci si aspetta un risultato impeccabile. I programmi di correzione ambientale dell’equalizzatore da soli non possono risolvere problemi acustici più seri.
Abbiamo messo alla prova l’amplificatore Yamaha Aventage mentre guardavamo diversi film e siamo rimasti molto soddisfatti delle sue prestazioni. Ha fornito un suono chiaro e dettagliato con bassi solidi e un campo sonoro coeso.

Abbiamo anche testato il dispositivo durante l’ascolto della musica. Grazie a MusicCast, il ricevitore rende disponibili anche Spotify, Tidal, Qobuz, Amazon e Deezer, oltre a stream non iscritti come la radio Internet. Il suono stereo era ok (anche se i ricevitori di alimentazione stereo non potevano batterlo), la musica riempiva bene lo spazio. Abbiamo ascoltato produzioni musicali realistiche e divertenti.
Puoi scegliere tra 11 modalità adatte a 11 stili musicali. Ci siamo divertiti molto con questi, si sono rivelati molto utili, se dovessimo, ad esempio, abbiamo aumentato lo spazio sonoro nella modalità scelta.

Suonare con le colonne sonore andava bene anche quando suonavamo interi album. L’impostazione più corretta era “Standard”.
Se vogliamo ascoltare la vera musica di Atmos, con l’aiuto di Tidal o Apple, ci servirà anche un po’ di fortuna. Se non scegli solo la musica da una selezione di playlist, avrai anche bisogno di un po’ di fortuna per trovare la musica di Atmos.

Conclusione

Questo ricevitore è un ricevitore di fascia alta in termini di funzionalità e prestazioni. MusicCast riceverà aggiornamenti regolari, il produttore promette che presto sarà disponibile il supporto per 8K/60A, 4K/120A e HDR10+ e il supporto per 8K/60B, 4K/120B e VRR, ALLM, QFT, QM.
Durante lo streaming, la qualità della musica è peggiorata, ma non in modo significativo. Siamo rimasti soddisfatti dell’effetto stereo. Durante i film, abbiamo sperimentato suoni dinamici, chiari e dettagliati con un suono ampio e realistico e bassi intensi.
Il prezzo non è esattamente il più economico, ma dal momento che è di prim’ordine, non è sorprendente.

Scritto da Róbert Polgár