Abbiamo testato il ricevitore stereo Yamaha R-S700!

Yamaha è stata fondata all’inizio del 1900 da Torakusu Yamaha. Da allora, la loro gamma di prodotti è in continua espansione e il marchio gode di grande popolarità tra gli appassionati di audio e hi-fi.

Specifiche del ricevitore stereo Yamaha R-S700:

-Ricevitore a doppio canale

-Potenza: 100 watt RMS x 2, 20 Hz – 20 kHz

-Connessioni audio: 5 ingressi analogici RCA, 2 uscite analogiche RCA, 2 uscite analogiche RCA

-Connessioni video: 1 ingresso composito, 1 uscita composita

-Altri connettori: trigger 12V, IR (2 in, 1 out), jack per cuffie (6,3 mm), dock per iPod, jack SIRIUS

– Dimensioni: 435 x 151 x 387 mm (L x A x P)

-Peso: 11,2 kg

Design e caratteristiche

Test del ricevitore Yamaha R-S700

Il ricevitore stereo Yamaha R-S700 ha un aspetto estetico e la parte anteriore del case è in alluminio. Grazie alla funzione Pure Direct, il segnale viaggia nel modo più breve dall’ingresso agli altoparlanti. Ha anche una funzione Loudness continua per un suono ottimale.

L’alloggiamento del ricevitore è progettato per essere completamente isolato dal rumore ambientale e il suo design robusto riduce anche le vibrazioni. È inoltre dotato di un sintonizzatore AM/FM ed è possibile sintonizzarsi su 40 stazioni preferite. L’ingresso del giradischi permette anche di ascoltare dischi classici. Insieme alle due coppie di connettori per altoparlanti, tutti i connettori sono placcati in oro.

Esternamente, sembra un ricevitore stereo nero standard. Ad un esame più attento, tuttavia, la sua semplicità ricorda i vecchi amplificatori stereo integrati.

È stata una sorpresa per noi durante il test che mancasse l’ingresso audio digitale per la connessione del CD. L’unico modo per collegare un lettore CD è utilizzare cavi RCA stereo analogici.

Ci sono due caratteristiche che vale la pena evidenziare, una è CD Direct Amp e l’altra è Pure Direct. La modalità Pure Direct dirige i segnali direttamente all’amplificatore, bypassando il processo di elaborazione. La modalità CD Direct Amplifier genera un segnale bilanciato dalla sorgente di ingresso e lo invia direttamente al ricevitore.

Altre caratteristiche del ricevitore includono un fattore di attenuazione insolitamente alto, il 240 e le prese anteriori/principali. Le prese consentono all’utente di collegare un processore esterno e utilizzare l’R-S700 solo come ricevitore, oppure di collegare un ricevitore esterno e utilizzare l’R-S700 solo come preamplificatore/processore.

YR-S700 all'interno

Per quanto riguarda il fattore di attenuazione della parte dell’amplificatore, il manuale di istruzioni prescrive 240 fattori di attenuazione a 1 kHz e 8 ohm. Secondo il produttore, questo è in realtà il “fattore di smorzamento lineare”. Perché lineare? Il fattore di attenuazione è il rapporto tra l’impedenza di ingresso dell’altoparlante e l’impedenza interna del ricevitore. Per una data impedenza dell’altoparlante (diciamo 8 Ohm), minore è l’impedenza dell’amplificatore, maggiore è il fattore di attenuazione. Tuttavia, l’impedenza di ingresso dell’altoparlante varia all’interno dello spettro udibile, quindi agli altoparlanti viene assegnato un valore di impedenza “nominale”. Pertanto, il fattore di attenuazione può anche variare all’interno dello spettro udibile. Un fattore di attenuazione “lineare” significa che il fattore di attenuazione è costante nell’intervallo da 20 a 20.000 Hz o non scende mai al di sotto di un certo valore. In effetti, l’R-S700 ha un fattore di smorzamento di “240 o più”.

Telecomando YR-S700

L’R-S700 è dotato di due telecomandi, uno per ogni zona. Il telecomando della Zona 2 è molto più piccolo e a infrarossi. Un telecomando aggiuntivo non è essenziale, poiché il telecomando principale può controllare qualsiasi zona. Il telecomando principale in sé è adeguato ma non eccezionale. I pulsanti sono piccoli, il design non è affatto ergonomico e nessuno dei pulsanti ha una retroilluminazione o una luce notturna. I pulsanti e il testo sono così piccoli che sono difficili da leggere senza luce diretta. La portata del telecomando è accettabile e i pulsanti, anche se piccoli, funzionano bene

L’R-S700 è un ricevitore potente, considerando che è solo un dispositivo stereo. I componenti dell’R-S700 sono disposti simmetricamente. Yamaha afferma che questo design simmetrico consente una “riproduzione accurata del campo sonoro”. La parte “ToP-ART” – “ART” si riferisce al design del telaio Yamaha, che secondo loro elimina gli effetti delle vibrazioni esterne.

Configurazione del ricevitore stereo Yamaha R-S700

L’installazione è completa in pochi secondi. Ho collegato gli altoparlanti Klipsch Forte III, il lettore Blu-ray Sony BDP-S6700 (che ora fungeva da lettore CD) tramite connessioni analogiche.

Per l’R-S700, vengono utilizzati amplificatori separati per le parti tweeter/midrange e subwoofer degli altoparlanti a due vie. L’R-S700 ha anche un’uscita subwoofer. Non c’è gestione dei bassi, quindi se decidi di utilizzare un subwoofer, avrai bisogno di un filtro passa-basso integrato e regolabile. Un filtro passa-alto andrebbe bene anche per gli altoparlanti principali, ma è meno necessario.

L’R-S700 ha anche una funzione di risparmio energetico che può essere impostata o disattivata. È fondamentalmente un timer di spegnimento con tre opzioni: 4, 8 e 12 ore. Quando la funzione di risparmio energetico è attiva, il ricevitore si spegne se è inattivo per il tempo impostato.

La prova

Abbiamo testato il ricevitore stereo in un’intera grande sala di musica e cinema. La stanza era quadrata, con pannelli acustici a banda larga e diffusori cubici in legno posti alle pareti per un suono equilibrato e chiaro. Per ridurre il rumore esterno e migliorare l’acustica della stanza, davanti alla finestra e alla porta sono state posizionate tende acustiche fonoassorbenti. Sebbene le impostazioni dei ricevitori possano essere utilizzate per migliorare il suono, il controllo acustico delle stanze è essenziale per creare la perfetta qualità del suono.

La radio FM suonava abbastanza bene. Questo è stato seguito dall’ascolto del CD. Abbiamo provato diversi stili musicali. La musica era genuina e appropriatamente neutra. Dopo aver attivato la modalità CD Direct Amp, abbiamo riscontrato un suono migliore. L’R-S700 ha fornito suoni con molta potenza e dinamica. Non c’era distorsione o rumore evidente, anche quando abbiamo ascoltato la musica ad alto volume.

Riepilogo

Questo ricevitore stereo ha un suono preciso, dinamico, chiaro e piacevolmente neutro. Il suo prezzo è anche vantaggioso rispetto ad altri ricevitori a due canali, ma allo stesso tempo è capace di una produzione equa e potente. Non abbiamo sentito distorsioni a volumi ancora più alti. Se desideri un sintoamplificatore potente e dal suono gradevole e non vuoi indebitarti per la progettazione di una sala per la musica o un cinema, lo Yamaha R-S700 potrebbe essere la scelta giusta per te.

Scritto da Róbert Polgár