Abbiamo provato il preamplificatore home cinema di fascia alta Anthem AVM 60!

Preamplificatore Anthem AVM 60

Abbiamo già incontrato il marchio canadese Anthem e ne abbiamo avuto impressioni molto positive. Il modello AVM 60 ha un processore 4K Dolby Atmos a 11.2 canali di classe di riferimento con un aspetto pratico ed elegante. Il pannello frontale in alluminio ha un indicatore di stato a LED blu chiaro con una grande manopola del volume e la manopola di regolazione standard. Sotto il display ci sono 6 pulsanti di controllo.

Pannello frontale del preamplificatore Anthem-AVM-60

Il modello AVM 60 supporta 30 ingressi virtuali che possono essere selezionati dal menu su schermo. Utilizzare il pulsante Input sul telecomando per richiamare il menu. Nell’angolo in basso a destra ci sono i pulsanti di accensione della zona principale e secondaria. L’ingresso HDMI anteriore, la porta di aggiornamento USB e il jack per cuffie si nascondono nell’angolo inferiore sinistro dietro un coperchio. Il pannello posteriore ha 13 uscite XLR, che supportano 11 altoparlanti e 2 subwoofer paralleli. La prima uscita HDMI supporta ARC, quindi possiamo ascoltare l’audio attraverso la TV, non è richiesto alcun cavo audio speciale. Non ci sono input e output non necessari. L’alloggiamento ha componenti a bassa risonanza e di altissima qualità utilizzati nella produzione. I pulsanti del telecomando si trovano in modo logico e trasparente. Il suo peso di 9 kg è semplicemente l’ideale.

Backplane preamplificatore Anthem-AVM-60

Si può dire che l’AVM 60 è una versione migliorata del modello MRX 1120. Come altri amplificatori Anthem di fascia alta, questo modello dispone anche del sistema Anthem Room Correction (ARC), che utilizza un microfono di misurazione per misurare e calcolare i thread di frequenza appropriati ei valori di ritardo del suono da 5 a 10 punti nella stanza. In questo modo possiamo correggere l’acustica sfavorevole della stanza. (Attenzione anche al trattamento acustico delle pareti, del soffitto e delle superfici in vetro della stanza! L’utilizzo di pannelli fonoassorbenti e diffusori completa l’esperienza di ascoltare musica e guardare film!)

Altre informazioni sulle capacità del processore:

-Prese HDMI 2.0a con HDR, supporto HDCP 2.2 -Convertitore di uscita differenziale D / A a 32 bit -Display LED / OLED digitale -3 ingressi ottici, 1 uscita ottica -2 ingressi digitali coassiali -Riconoscimento automatico del segnale surround -RCR, connettori XLR -Uscita audio analogica RCA multicanale

Microfono di Anthem

Non è stato difficile da installare e configurare. Il sistema crea un profilo in base ai valori da noi impostati, che possono essere personalizzati individualmente e archiviati in memoria. È possibile creare 4 profili per adattarsi al volume, alla posizione, alla sensibilità … degli altoparlanti, ecc. Regolati. Sono possibili impostazioni personalizzate per diversi ingressi. È stato un po ‘difficile connettersi alla rete wireless, il che è stato piuttosto fastidioso. Ma alla fine, si è riunito….

Ascolto e prova di film

Nella sala home theater superbamente arredata in cui abbiamo testato Anthem AVM 60, abbiamo riscontrato che l’acustica è completamente impeccabile in base alle nostre misurazioni. Nemmeno il pavimento è stato dimenticato dall’attento proprietario, che ha ricoperto il parquet con un morbido tappeto acustico di alta qualità.

Chi non saprebbe dei film di Star Wars? Come molti di noi sono fan di alcuni dei film più noti e forse più popolari del genere di fantascienza, Star Wars III. Abbiamo inserito la vendetta dei Sith nel lettore dvd. Abbiamo ottenuto bassi potenti, suono realistico, accurato e spazioso, è stata una vera esperienza surround. Il film di Stallone del 2018, Creed II. Abbiamo continuato a girare con. I suoni e la musica del film sportivo, che ha anche un messaggio drammatico, e anche i dialoghi hanno parlato con perfetta purezza e armonia. Non solo le gamme profonde erano intense, ma anche le frequenze medie e alte erano ben bilanciate.

Poi abbiamo guardato l’avventura di fantascienza The Ant-Man and the Wasp. Anche questa volta non ci sono state lamentele riguardo al prodotto del processore, con il sistema ARC è possibile perfezionare ulteriormente le impostazioni in base ai propri gusti / orecchio. Non solo gli sviluppatori intendevano guardare questo super prodotto, ma anche gli amanti della musica troveranno i loro calcoli con il processore AVM 60. Con un film musicale, volevamo testare il dispositivo anche in quest’area. Il film del 2007 Enchanted, costellato di canzoni orecchiabili e una storia affascinante, è entrato nel cuore di tutti. Sia la musica che la voce erano ricche di dettagli, creando un effetto spaziale e reale.

Sommario

Non ci ha davvero sorpreso che l’altro preamplificatore di fascia alta di Anthem, con alcuni piccoli difetti, sia quasi perfetto. Bassi intensi, suono realistico e dettagliato, menu semplice e sistema ARC sono chiaramente tra i vantaggi del processore. Non abbiamo avuto molte brutte esperienze, anche se ci mancano l’ingresso analogico multicanale, il sintonizzatore AM e anche il supporto di trigger limitato. Anche i componenti video analogici sono stati eliminati per l’AVM 60. E la funzione DTS Play-Fi può essere utilizzata solo tramite iOs, Android e Windows, che potrebbero essere modificati. Ma questi non possono essere considerati problemi significativi, in quanto a prescindere da tutto ciò premiamo il prodotto di fascia alta dell’azienda canadese con 5 punti su 5.