Test del ricevitore AV Denon AVR-X2700H

Denon è diventato uno dei migliori produttori di sintoamplificatori AV ed è estremamente popolare. Questa volta abbiamo testato il Denon AVR-X2700H. La prima cosa che ha attirato la nostra attenzione è stato il design, che è cambiato di poco rispetto all’AVR-X2600H. Tuttavia, ha subito alcune modifiche rispetto al suo predecessore. L’X2700H supporta la risoluzione 8K, ma il numero di ingressi HDMI è stato ridotto da otto a sei. Il numero di uscite HDMI è rimasto invariato.

Caratteristiche di Denon AVR-X2700H

Rapporto di prova del ricevitore Denon AVR X2700H

La configurazione dei canali è rimasta intatta rispetto al modello precedente. Ci sono sette canali e la potenza in uscita raggiunge 95 W con altoparlanti da 8 ohm e 125 W con alternative da 6 ohm, quindi sono stati implementati i sistemi di canali a 7.2 e 5.2.2. Al ricevitore possono essere collegate anche console di gioco PlayStation 5 e Xbox Series X.

Questo prodotto Denon suona molto bene per qualsiasi tipo di film o musica. Il ricevitore trasmette magistralmente i suoni da un altoparlante all’altro e ti aiuta a immergerti completamente in quella scena. È incredibile come il Denon AVR-X2700H controlli la profondità dei due subwoofer nel sistema a 7.2 canali e quanto fosse chiaro il suono durante gli effetti speciali. Denon ha svolto un ruolo di primo piano nella categoria dei ricevitori home theater negli ultimi anni. Questo non è affatto sorprendente, in quanto i dispositivi del marchio non hanno deluso finora i nostri test.

Non c’è una cover frontale come sugli AVR Denon con specifiche superiori e troviamo una selezione meno ricca sul dispositivo dai pulsanti di controllo facilmente accessibili. Puoi ancora cambiare gli ingressi, sintonizzare la radio e gestire una seconda zona di ascolto con i pulsanti di controllo disponibili, ma la maggior parte delle opzioni di configurazione e riproduzione richiede un telecomando completo.

backplane X2700H

Potrebbe esserci un solo ingresso certificato HDMI 2.1, ma gli altri cinque non sono stati ignorati. Ciascuno è compatibile con le tecnologie di minimizzazione del ritardo Variable Refresh Rate (VRR), Quick Frame Transport (QFT) e Auto Low Latency Mode (ALLM) per soddisfare le esigenze dei contenuti di nuova generazione.

Inoltre, gestiscono il pacchetto completo di standard HDR, con le tecnologie HDR10 +, HDR10, HLG e Dolby Vision. Entrambe le uscite HDMI sono anche certificate 2.1, quindi i fortunati che hanno sia una TV che un proiettore nel loro sistema home theater possono godere di 8K / 60Hz e 4K / 120Hz quando li usano entrambi. È supportato anche EARC (Enhanced Audio Return Channel).

Ricevitore X2700H all'interno

L’AVR-X2700H non è lo standard per i formati audio 3D come i modelli di fascia alta, ma sono supportati i formati audio Dolby Atmos, Atmos Height Virtualization, DTS: X e DTS Virtual: X. Per coloro che desiderano decodificare colonne sonore IMAX Enhanced e Auro-3D, dovrebbero scegliere il Denon AVR-X3700H, o un sintoamplificatore AV di livello ancora più serio.

Il controllo vocale è disponibile tramite dispositivi compatibili con Alexa, Google Assistant e Siri-a, nonché AirPlay 2, HEOS, Spotify e Tidal.

Una delle grandi novità di questo dispositivo è che gli AVR della serie X 2020 di Denon sono già dispositivi “testati da Roon”, il che significa che è anche possibile la riproduzione di musica Roon.

Anche la connettività Bluetooth è stata rinnovata, consentendo all’AVR-X2700H di indirizzare l’audio alle cuffie wireless contemporaneamente ai suoi altoparlanti.

Suono

Un’intera grande sala cinematografica era il luogo dei test, con pannelli acustici sia sulle pareti che sul soffitto. I pannelli frontali del diffusore e i pannelli stampati hanno fornito il suono giusto. Negli angoli sono stati posizionati pannelli acustici Cube. Le tende acustiche non solo migliorano il suono, ma funzionano anche come tende oscuranti, un requisito piuttosto importante per un cinema. Sebbene il ricevitore Denon che abbiamo testato abbia un sistema di calibrazione della stanza, non è sufficiente per un’acustica perfetta da sola. Se le pareti e le superfici in vetro della stanza non vengono trattate acusticamente, non è possibile ottenere un suono ottimale. I programmi di calibrazione della stanza sono efficaci quando nelle stanze viene eseguito anche il trattamento acustico. Fatto ciò, la messa a punto tramite il software di calibrazione può produrre suoni davvero impeccabili. Abbiamo testato il ricevitore con una coppia di altoparlanti Fyne Audio F302.

Come membro della serie X Denon 2020, l’AVR-X2700H dispone anche della tecnologia di calibrazione degli altoparlanti Audyssey, così come i suoi fratelli maggiori. Tuttavia, le misurazioni MultEQ XT richiedono solo alcune piccole modifiche prima di essere completamente soddisfatti dell’impostazione.

Se dovessimo usare una sola parola per descrivere il suono del ricevitore, sarebbe “fiducioso”. L’AVR-X2700H non cerca di impressionare troppo come un amplificatore a basso budget, ci sono state esplosioni e profondità martellanti.

I due subwoofer del sistema 7.2 suonano quando necessario e non rovinano mai la nitidezza cristallina della musica o degli effetti surround.n

Abbiamo anche sperimentato un suono chiaro e squillante durante l’ascolto della musica, con bassi profondi e potenti.

Conclusione

Questo sintoamplificatore AV può essere l’orgoglio del produttore. Ci sono molti AVR più economici, ma nessuno è come questo dispositivo. I miglioramenti fonetici sono marcati rispetto al suo predecessore. Gli ingegneri di Denon eccellevano di nuovo. Sembra quasi diverso dal suo predecessore nell’aspetto, ma nemmeno questo è un problema. La solita forma Denon ha già conquistato il favore di molti. Il suono è eccellente, con dinamica adeguata, chiarezza, suono surround e i bassi sono abbastanza intensi. Ottimo dispositivo, l’unico aspetto negativo forse è che non è compatibile con i prodotti Sonos.

Scritto da Róbert Polgár