Recensione dell’altoparlante KEF Q350

Gli altoparlanti KEF Q350 offrono un suono straordinario e un aspetto elegante a un prezzo competitivo. L’azienda è stata fondata nel 1961 nel Regno Unito. Grazie ai brevetti e al miglioramento continuo, il suono e le prestazioni degli altoparlanti KEF sono assolutamente convincenti.

Caratteristiche principali di KEF Q350

La potenza del ricevitore consigliata è compresa tra 15 e 120 watt, la trasmissione in frequenza è compresa tra 63 e 28.000 Hz, la sensibilità è di 87 dB e l’impedenza è di 8 Ohm. Il diametro del tweeter è di 25 mm, il subwoofer/altoparlante centrale ha un diametro di 165 mm e la frequenza di crossover è di 2500 Hz.

Design

Recensione dell'altoparlante KEF Q350

Il KEF Q350 è realizzato in MDF con rivestimento in vinile. Si tratta di un altoparlante bass reflex posteriore a 2 vie con connettori placcati oro/nichel. Dimensioni: 210 x 358 x 306 mm, peso: 7,6 kg

A prima vista, puoi vedere quanto sia elegante e moderno il design rispetto ai precedenti modelli Q300. La striscia cromata è scomparsa dal deflettore anteriore ed è passata al montaggio magnetico al posto dei fori per il montaggio delle griglie. Disponibile in due colori: nero o bianco, nero o argento con azionamenti Uni-Q. La griglia dell’altoparlante può essere acquistata separatamente.

Gli altoparlanti KEF Q350 hanno un aspetto elegante e minimalista. Non ci sono decorazioni inutili sulla copertina, solo il logo del marchio è visibile sulla parte superiore dell’altoparlante. Sfortunatamente, l’alloggiamento spazzolato può essere facilmente danneggiato, quindi è necessario prestare attenzione durante lo spostamento e la pulizia.
Il tweeter a cupola in alluminio ventilato da 25 mm simile a un drive è alloggiato su un midrange / bass drive in alluminio da 16,5 cm. La caratteristica guida d’onda del tweeter aiuta a distribuire il suono in modo uniforme.

L’unità Uni-Q è l’ultimo sviluppo dell’azienda della serie Reference di alta qualità di KEF. Questa unità include un tubo progettato per ridurre le risonanze e fornire suoni più precisi e chiari. L’unità si trova sulla parte anteriore dell’altoparlante, che secondo il produttore riduce le onde stazionarie, mentre la porta reflex è posizionata sul retro dell’altoparlante. Questa posizione viene utilizzata anche per eliminare la distorsione al fine di produrre bassi più profondi e chiari.

È progettato per migliorare la qualità delle alte frequenze. Ulteriori modifiche sono state apportate anche alla forma del cono medio/basso per ridurre la distorsione.
Il modello precedente aveva un doppio cablaggio, anch’esso cambiato, e gli altoparlanti Q350 ora hanno un solo cavo. I supporti a parete utilizzati sui vecchi Q300 sono stati rimossi per un aspetto più gradevole.

Prova del suono

I KEF fornivano un suono chiaro e bilanciato e suoni bassi intensi. La prova si è svolta in una sala da musica in una casa di famiglia di nuova costruzione. Durante la progettazione e realizzazione della stanza sono stati presi in considerazione anche gli aspetti acustici, sono stati utilizzati i più moderni materiali costruttivi e isolanti e rivestimenti. Dopo aver arredato la stanza, ovviamente, è stato necessario utilizzare speciali prodotti acustici per un risultato perfetto. Alle pareti sono stati posizionati pannelli e diffusori fonoassorbenti e sul pavimento è stato posato uno spesso materassino fonoassorbente a trama fitta.

Se si utilizza una stanza principalmente per l’ascolto di musica stereo, come in questo caso, bisogna fare attenzione durante il trattamento acustico a non sovrasmorzare la stanza! Per evitare ciò, affidare il funzionamento della stanza a uno specialista acustico.

Durante il test degli altoparlanti, siamo rimasti piuttosto sorpresi dall’intensità di profondità di cui era capace il KEF Q350. Abbiamo sperimentato suoni ricchi e caratteristici, un’ampia scena scenica, in ogni stile musicale. Il suono degli altoparlanti riempiva lo spazio, potevamo sentire un suono arioso e aperto. Anche le alte frequenze suonavano impeccabili, belle e ferme. Anche negli stili musicali più alti, gli alti sono rimasti uniformi.

Per alcune delle canzoni, abbiamo ritenuto che KEF potesse essere più dinamico, poiché la produzione degli altoparlanti a volte sembrava eccessivamente sottile. Il suono non è stato distorto a volumi più alti e il dettaglio è rimasto. Inoltre, il suono sofisticato degli altoparlanti era meno piacevole a volumi più bassi.

Abbiamo accoppiato la coppia di altoparlanti con un ricevitore stereo Yamaha A-S301, che si integrava perfettamente con il suono del Q350 e dava una piccola spinta al suono. Inoltre, assicurati che gli altoparlanti siano posizionati correttamente. A causa della porta reflex posteriore, generalmente non è consigliabile posizionare gli altoparlanti direttamente accanto al muro. Con i KEF Q350, invece, abbiamo scoperto che vale la pena posizionarli vicino al muro (ma di certo non proprio accanto al muro!) per rendere il suono un po’ più solido. Quelli profondi divennero così più forti. (Ma il senso dello spazio è leggermente ridotto con questa posizione.)

Conclusione

Rispetto a un altoparlante per treppiede, questo modello è capace di prestazioni davvero serie. Con il suo suono sofisticato, chiaro e dettagliato, bassi precisi e intensi, alti e medi impeccabili, ha vinto il nostro plauso. Siamo stati anche assolutamente soddisfatti del senso dello spazio.

Tuttavia, ci saremmo aspettati una performance più dinamica rispetto ad alcuni stili musicali. L’esterno è pulito, elegante, ma purtroppo la copertina è fragile. A parte questo, questo tipo è uno dei migliori nella gamma di altoparlanti di fascia media che abbiamo testato.

Scritto da Robert Polgar