flag flag flag flag flag flag flag flag flag flag flag

Abbiamo testato il ricevitore av Yamaha RX-V581!

Yamaha-RX-V581-ricevitore spento

Il modello Yamaha serie RX V581 ha 2 coppie d’uscite altoparlanti rispetto al suo predecessore, altrimenti il numero d’uscite ed ingressi analogici e digitali è lo stesso del tipo precedente, ad eccezione dei connettori del subwoofer, di cui ci sono 2 amplificatori paralleli su questo ricevitore. quindi l’RX-V581 gestisce i due subwoofer plug-in in sincronia tra loro, in modo simile ai ricevitori 7.2 di altri produttori. I connettori HDMI sono compatibili con 4K, 3D, CEC, HDR, HDCP 2.2, 3D, CEC, spazio colore BT.2020, formato immagine 21: 9, supporto ARC. Per un’amplificatore home theater a 7.2 canali, i 4 ingressi non sono troppi.

Yamaha-MusicCast_app

Con l’aiuto di MusicCast, il ricevitore av può essere collegato ad una rete domestica insieme ad altri dispositivi Yamaha, in modo, che la musica possa essere trasmessa in streaming in tutte le stanze dell’appartamento. Ciò richiede il download dell’app MusicCast e sarà già controllabile utilizzando un telefono cellulare, un dispositivo mobile. C’è un’altra applicazione, che può essere scaricata su un telefono cellulare, questo è il AV Controller, che sostituisce il telecomando. L’amplificatore dispone anche di connessioni WiFi, AirPlay, Bluetooth. Con il trasferimento dati bidirezionale Bluetooth, puoi anche eseguire lo streaming da un dispositivo mobile e accoppiare le cuffie con l’amplificatore. Dalla rete domestica, puoi accedere alla musica condivisa sul tuo PC o NAS e puoi anche accedere ai servizi online da Internet, come: vTuner Net Radio, Spotify, Pandora.

Per il ricevitore av RX-V581, la decodifica audio viene eseguita da DAC Burr-Brown con una risoluzione di 192 kHz / 24 bit per canale. Può decodificare tutte le tracce audio di supporti musicali (CD, SACD) e video (DVD, Blu-ray) e supporta anche la riproduzione di vari formati di file. Neanche i formati lossless (MP3, WMA, ecc.) E lossless (FLAC, AIFF, ALAC) rappresentano un problema per l’amplificatore. Il ricevitore Yamaha ha 17 programmi DSP per l’ottimizzazione del suono, la musica con compressione con perdita è migliorata da Compressed Music Enhancer, Virtual Cinema DSP e le impostazioni Virtual Cinema Front simulano gli altoparlanti posteriori, il che è molto utile, se non c’è abbastanza spazio nella stanza per posizionare gli altoparlanti dietro la posizione d’ ascolto. In questo caso l’amplificatore cerca di regolare il suono surround con i diffusori anteriori.

Design

rx-v581-titanio

La costruzione del dispositivo è solida e rivela un’elevata qualità. Il dispositivo ha un design piacevole ed elegante. I circuiti digitali ed analogici sono dotati di un’alimentazione indipendente, importante, affinché i segnali digitali non interferiscano con gli stadi analogici. Gli amplificatori di potenza hanno un design sobrio e grazie alla tecnologia Anti Vibration, i dissipatori di calore hanno uno smorzamento delle vibrazioni. Quando viene pilotato da due canali contemporaneamente ad un carico di 6 ohm, l’amplificatore è in grado di erogare 80 watt di potenza, il che è assolutamente ideale per l’uso in una stanza di medie dimensioni.

Sono supportati anche i formati Dolby Atmos e DTS: X. Finora, quasi tutti gli amplificatori testati hanno richiesto un’aggiornamento del firmware, per rendere il dispositivo DTS: X compatibile, questo ricevitore ha questa capacità per l’impostazione predefinita.

La correzione acustica della stanza viene eseguita dal programma di calibrazione del microfono di misurazione YPAO. Quando si regolano gli altoparlanti, è possibile selezionare solo un’opzione “overhead”, il che significa, che quest’ impostazione si applica solo all’area sopra la posizione d’ascolto. Tuttavia, i dispositivi di altre marche offrono diverse opzioni di regolazione, come le posizioni “in alto davanti”, “in alto al centro” o “in alto dietro”, che facilitano notevolmente il posizionamento e l’integrazione degli altoparlanti.

Suono della Yamaha RX-V581

Durante l’ascolto di musica MP3, non siamo rimasti completamente soddisfatti, in qualche modo non é la cosa reale, che l’RX-V581 produceva in quest’area. A parte questo, tuttavia, il ricevitore Yamaha offre prestazioni dinamiche e ben distinte con una potenza adeguata, sia nella musica, che durante la visione  del film. I bassi e gli effetti sonori suonano molto convincenti, il che è una considerazione importante per i proprietari di home theater. Naturalmente, il suono della musica e dei film può essere ottimale solo con un’acustica adeguata! Quando si progettano stanze home theater, bisogna assicurarsi di prestare la dovuta attenzione anche all’acustica della stanza! Il test si è svolto in una sala cinema seminterrato più ampia, con pannelli fonoassorbenti stampati sulle pareti e pannelli frontali diffusori. Sul pavimento in pietra sono stati posizionati tappeti acustici , che per la loro elevata densità e spessore, contribuiscono in modo significativo all’acustica ideale della stanza. Abbiamo accoppiato il ricevitore Yamaha con una coppia d’altoparlanti Definitive Technology D15 e un subwoofer JTR Captivator RS1.

rx-v581-back-panel

Gli svantaggi sono i pochi ingressi HDMI (Denon e Pioneer offrono da sette a otto ingressi HDMI ed almeno due uscite di serie a questo prezzo), il menu grafico eccessivamente semplice e il programma di riproduzione multimediale di scarsa qualità e il fatto, che Integrating Dolby Atmos altoparlanti non è affatto flessibile.

Se dovessimo confrontarlo con un prodotto di un’altra marca, citeremmo il Denon AVR-X2300W come esempio. Lo Yamaha RX-V581 non è preciso come il Denon AVR-X2300W.

Per la Yamaha, la gamma media non va bene ed abbastanza solida rispetto alla Denon. La dinamica e l’impennata di Denon nel campo della musica supera sicuramente Yamaha.

Tra i lati positivi, tutte le connessioni HDMI sono compatibili con Ultra HD 4K / 60p e HDR. Sono anche certificati HDCP 2.2, il che significa, che i dischi Blu-ray 4K e le sorgenti possono essere riprodotti senza problemi.

Il telecomando dell’RX-V581 è molto reattivo, ma l’app Yamaha AV Controller, scaricabile gratuitamente, semplifica notevolmente le impostazioni.

Conclusione

Il suo aspetto sofisticato ed il design elegante piaceranno a molti. La dinamica, i dettagli, i bassi e gli effetti sonori sono estremamente convincenti. Il ricevitore av è compatibile con DTS: X, il che è un grande vantaggio rispetto ai suoi concorrenti, così, come il suo prezzo accessibile. Il numero d’ingressi è risultato leggermente ridotto, la configurazione dei diffusori da soffitto Dolby Atmos non è abbastanza flessibile.

Scritto da Róbert Polgár